CONVENZIONI

Per usufruire della convenzione si prega di chiedere in Segreteria

Gli alberghi vicino al Circolo

Relais Bella Rosina
(Fiano T.se, adiacente al Circolo)

Jet Hotel
(Caselle Torinese, adiacente aereoporto)


Green della Reggia
(Robassomero, adiacente al Circolo)

Hotel Corona Grossa

(Balangero)

Romantik Hotel Furno
(San Francesco al Campo)

Gotha Hotel
(Ciriè)

Best Western Plus Hotel Le Rondini
(San Francesco al Campo)

Turin Airport Hotel & Residence
(San Francesco al Campo)

Relais Cascina Di Corte
(Venaria Reale)


Gli alberghi della città

Golden Palace (centro storico)
5 stelle per un Hotel moderno e accattivante

Hotel Genova ( adiacente stazione Porta Nuova)

Eventi

IMMORTALI. L'ARTE E I SAPERI DEGLI ANTICHI EGIZI

Ha aperto al pubblico il nuovo Piano Ipogeo del Museo Egizio di Torino che ospita l’allestimento temporaneo Immortali. L’Arte e i Saperi degli antichi Egizi con i 1.000 principali reperti della collezione del museo.
L’apertura di questi spazi rappresenta un’anticipazione di ciò che sarà il “nuovo Museo Egizio”: i 1.000 mq realizzati al di sotto del cortile interno del Palazzo rappresentano infatti il primo tassello tangibile della radicale trasformazione che sta interessando il museo da cinque anni e che porterà, nella primavera del 2015, a uno spazio espositivo interamente rinnovato.
L’allestimento propone un’affascinante selezione di capolavori che conduce il visitatore alla scoperta di un percorso cronologico molto ampio: ciascun reperto consente di comprendere l’elevato grado di conoscenza e perizia di artisti e artigiani così come l’ambizione dei loro committenti, faraoni, regine o nobili, che necessitavano di quelle competenze per celebrare il loro potere. L’immortalità degli Antichi Egizi diventa così tangibile nelle opere, sia monumentali che di piccole dimensioni, che rivelano saperi sorprendenti.
Il nuovo percorso di visita ha dunque inizio dall’allestimento al Piano Ipogeo e prosegue con la sala del periodo Predinastico, la celebre Tomba di Kha, per terminare nel suggestivo Statuario con le scenografie del premio Oscar Dante Ferretti, tra giochi di luce e ombre sotto lo sguardo eterno di faraoni e divinità,

MUSEO EGIZIO Accademia delle Scienze, 6 Torino  info@museoegizio.it   www.museoegizio.it   telefono 0115617776   

A OCCHI APERTI

Quando la Storia si è fermata in una foto Abbas, Gabriele Basilico, Elliott Erwitt, Paul Fusco, Don McCullin, Steve McCurry, Josef Koudelka, Paolo Pellegrin, Sebastião Salgado, Alex Webb Queste foto, che hanno plasmato il nostro immaginario collettivo, mi hanno spinto ad andare a cercare i loro autori per farmi raccontare il momento in cui hanno incontrato la Storia e hanno saputo riconoscerla. Mario CalabresiDal 26 luglio 2014, presso le Sale delle Arti della Reggia di Venaria, apre al pubblico la mostra A occhi aperti. Quando la Storia si è fermata in una foto. A cura di Alessandra Mauro e Lorenza Bravetta, l’esposizione è una produzione esclusiva ed inedita per La Venaria Reale realizzata dal Consorzio La Venaria Reale con Contrasto e Magnum Photos a partire dal libro A occhi aperti di Mario Calabresi (pubblicato da Contrasto).Cosa potremmo sapere, cosa potremmo immaginare, cosa potremmo ricordare dell’invasione sovietica di Praga se non ci fossero, stampate nei nostri occhi, le immagini di un ‘anonimo fotografo praghese’, che si scoprì poi chiamarsi Josef Koudelka? Quanta giustizia hanno fatto quelle foto, capaci di raccontare al mondo la freschezza e l’idealismo di una primavera di libertà. Ci sono fatti, pezzi di storia, che esistono solo perché c’è una fotografia che li racconta. Così ha scritto Mario Calabresi che, appassionato di fotografia, ma anche e soprattutto di giornalismo e realtà, ha intrapreso un viaggio molto speciale: un viaggio profondo ed affascinante nella storia recente, cercando alcuni dei “testimoni oculari” che con il loro lavoro, e la voglia di scavare tra le pieghe della cronaca, hanno raccontato alcuni momenti straordinari del nostro presente in una serie di immagini realizzate con gli occhi ben aperti sul mondo. Ne è nato un libro, A occhi aperti, appunto, che ha raccolto le interviste, vibranti e palpabili, a dieci grandi fotografi, dieci testimoni del nostro tempo. Il progetto del libro diventa un’imperdibile mostra nella straordinaria cornice della Reggia di Venaria: attraverso le oltre cento fotografie esposte, lo stesso Mario Calabresi ci accompagna in un viaggio coinvolgente che offre al visitatore la possibilità di guardare il mondo da una prospettiva incredibilmente privilegiata: quella degli occhi dei grandi reporter. Ecco allora Paul Fusco che racconta i funerali di Bob Kennedy; Josef Koudelka che descrive il mondo, condannato all’oblio, degli zingari dell’Europa dell’est. E poi Steve McCurry e la sua Asia ancora sconosciuta, e molti altri grandi nomi della fotografia internazionale.Informazioni e prenotazioni - Tel. +39 011 4992333 -  prenotazioni@lavenariareale.it - Piazza della Repubblica 4 - Venaria Reale (TO)

Area soci